Casa dolce aaargh

Casa dolce aaargh
- No, no, no, così non va… non va bene, no, no. Non va. Non va. No…
- Cos’hai?
- Ma guarda, questa non è una casa: è una tana! Bicchieri sporchi ovunque, fogli che volano, vestiti sparsi, e la polvere! e i pavimenti! e i vetri! Devo fare qualcosa, devo fare qualcosa, devo fare assolutamente qualcosa…
- Tipo pulire, magari?
- NO!
- ?!?
- Più tipo lamentarmi, ecco… mi sembra costruttivo… dici di no?… sniff… nessuno mi capisce… sniff, sniff…

 

7 Responses »

  1. Anche lasciare che l’entropia, l’apatia e l’accidia svolgano il loro corso ha un suo che.

    Poi però ti tocca sempre pulire.

    E lamentarti, certo.

Rispondi a ANTONYPOE Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>