ANSA

ANSA

Arriva ora in redazione una notizia dell’ultimo minuto, vi riporto il testo come da agenzia

- E’ stata rinvenuta, nel cesto del bucato in casa Spad, una magliettina nera, taglia M, recante in bianco la scritta stampata "Waikiki Beach Club". Sono iniziate le ricerche della legittima proprietaria, che si spera avranno seguito senza spargimenti di sangue. Pare infatti che la lavandaia abbia preso in ostaggio la maglietta di Del Piero e minacci di farla a brandelli se entro poche ore non avrà nome e indirizzo della ragazza che ha incautamete abbandonato l’indumento.

Sono notizie dure, drammatiche, che non vorremmo mai dover dare. Cogliamo l’occasione intanto per lanciare da questo blog un appello, memori del successo già conseguito nell’identificare la portatrice sana di mutandine arancioni: tu che leggi ora queste parole, se nutri il fondato sospetto di essere la propietaria della maglietta, mettiti in contatto con chi sai tu, e dicci se la maglietta stinge o se posso lavarla assieme al resto prima di restituirtela.

Aggiornamento delle ore 14.30
(sigla)

Gentili ascoltatori, edizione speciale per tenervi aggiornati sul caso agghiacciante verificatosi questa mattina. Sono ancora in corso le indagini della polizia scientifica e dei NAS, che pare abbiano rivelato la presenza di peli sospetti sulla maglietta.
"Potrebbe trattarsi di pelo di gatto, forse la ragazza ricercata è un’amante di queste bestiole, ma non escludiamo altre ipotesi… ora, scusate, non posso rivelarvi altro, lasciateci lavorare" il commento teso che siamo riusciti a strappare al Prefetto di Milano.

E mentre le indagini seguono il loro corso, rendiamo nota una e-mail di rivendicazione che è giunta da poco in redazione e che gli inquirenti hanno già classificato come l’ atto di un mitomane, in cui vengono ricostruiti fumosi legami tra un noto disco-pub di Corralejo e un fantomatico negozio di vestiti usati.
(Tradotto: Amò, non ci credo che è tua, smettila!)

Confidiamo nella vostra collaborazione, e vi terremo aggiornati.
Per ora è tutto, grazie dell’attenzione.
Il TGPuè tornerà in edizione speciale non appena avremo nuove notizie da darvi.
(sigla)

37 Responses »

  1. secondo me sarebbe più funzionale fare un post-appello dopo aver rinvenuto tutti i capi di vestiario lasciati in quella casa (anche se capisco che ci vorrebbero molti mesi di dure ricerche).

  2. PBeneforti, più che altro a saperlo prima non avrei tanto faticato per trasportare il mio guardaroba!

    JD, sei crudele. Sai che delle teste salteranno per questo, vero? Anzi, mi presteresti la lupara?

    Toby… già te lo dice la Flauta. Non riapriamo ferite ancora fresche!

  3. Tentando di accedere al blog del tuo Rambo dall’ internet point di un deserto Heatrow Airport ho ricevuto la seguente risposta:

    The page you have requested contains unsuitable material. Please try another page.

    Sara’ che qua la disorganizzazione di pelo non e’ ben accetta.

  4. … scherzavo.. comunque non si vede PER NIENTE che fai sul serio… Io che sono del ramo investigazioni ti consiglio di bruciargli la maglietta di Del Piero coì inizia a capire che non scherzi un cazzo.. se non fai così rischi che si prenda gioco di te… fidati, io lo conosco… BRUCIAGLIELA! (poi per farti perdonare gli regali quella di Matrix….)

  5. lavarla? ma in lavatrice? ora si spiega tutto… non sei a casa di spad… lavatrice=oggetto utile per pulizia. no, non sei a casa di spad… cerca dei wurstel.. se non li trovi allora è sicuro: hai sbagliato appartamento e la maglietta è del legittimo occupante. (valecheindagaerisolve)

  6. E’ finita che gli ho creduto e mi sono rassegnata al fatto che lui possegga una magliettina taglia M Waikiki Beach Club.

    C’est l’amour.

    Spad 1- Malapuella 0

    Vale: sai che non abbiamo la lavatrice, ed è un bene perchè si trasformerebbe in un deposito di confezioni di wurstel e tetrapak di budino vuoti.

    Sami: sai che non abbiamo la lavatrice, ed è un bene perchè sarebbe il primo posto in cui i mici si andrebbero ad infilare. (Finalmente sembrava avessero capito qual era la loro cuccia, invece stamattina ce li siamo ritrovati nel letto… sono troppo avanti!)

  7. Ci sono notizie che nessuno dovrebbe mai leggere. Ché uno poi si chiede Ma in che mondo viviamo? Stasera ognuno di noi accenda una candela e la metta sul davanzale della finestra del bagno.

  8. ebbene sì, la maglietta è mia.. mi fa ricordare il periodo alle Canarie.. c’è l’odore di oceano, di sabbia, di gabbiani, di attese sotto il sole ad aspettare l’onda giusta.. in effetti, forse, ci serve una lavatrice..

  9. ….già…sembra che jaco spad abbia fatto irruzione in casamala, riuscendo a circuire con l’inganno la di cui madre che ha tentato di frenare l’ira e il sospetto fondato sul passato scabroso della novella fidanzata.

    Per ora però non ha ancora scoperto quale sia il motivo esatto per aprire la botola entro la quale puella stessa nasconde i suoi scheletri…

    …si dice abbia già provato diverse sigle televisive, “incontri del terzo tipo”, guerre stellari, psico e il quark di Piero Angela (e non diteglielo al signor Bach…). Sta frequentando un corso accelerato di “pianofaidate” de agostini, ha sfruttato il corso di armonia avanzata (400 euro, con mastercard), ha sfruttato la sua potenza paragnosta per far vivere il gatto Bizet degli aristogatti….

    Finora ogni tentativo è vano.

  10. “motivo” sul piano, non m’ero spiegata. Perchè è abbastanza scontato, che è con la musica giusta che la botola s’aprirà. Dicono peraltro che abbia due pianoforti, il che rende ancor più difficile l’indagine.

    Chi sa, taccia.

  11. Spad devi suonare il concerto delle arance di Rachmaninov (si scriverà così.. ma soprattutto è suo?) e contemporaneamente cantare ” Con un deca” degli 883 per aprire la botola!

  12. eheh… Canta, sei un piccolo genio. L’amore delle tre Melarance, di Prokofiev. Quanto si vede che abbiamo passato tante notti insieme su msn.

    Per la cornaca: Spad in casa mia a piede libero? Ma stiamo scherzado??? no no no, questo evento non si verificherà mai. Il mio lungo silenzio è dovuto al fatto che sto diventando una brava massaia, e passo le giornate tra bucato, aspirapolvere e fornelli anzchè scrivere.

    (qualcuno ci ha creduto?)

Rispondi a Juditta Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>